Consigli utili per la salute dei capelli-2

Consigli utili per la salute dei capelli-2

Esistono numerosi fattori che peggiorano lo stato dei nostri capelli e in alcuni casi sono in grado aggravare la calvizie comune. Il fumo, l’esposizione ai raggi solari nelle ore più calde, le lampade abbronzanti senza una protezione adeguata, uno stile di vita sottoposto continuamente allo stress, all’abuso di alcool e di caffeina con scarsa presenza di frutta e verdura nell’alimentazione sono i principali nemici dei nostri capelli.

Spesso nel sesso femminile i capelli crescono ma non come vorremmo, la crescita è lenta e non soddisfacente, i parametri sembrano tutti nella norma, eppure la capigliatura stenta a riacquistare vigore, ci sono alcuni fattori borderline che potremmo individuare grazie a una maggiore attenzione ai livelli delle vitamine e degli oligoelementi più importanti:

  1. verificare i parametri ematici, soprattutto la Ferritina,
  2. Verificare insieme allo specialista gli ormoni tiroidei e tramite alcuni esami del sangue la presenza di un ovaio policistico
  3. I range ottimali per la salute dei capelli di alcune vitamine e oligoelementi sono più restrittivi, se i valori di questi sono borderline, la prima a soffrire è la capigliatura! (verifica i valori)
  4. Una dieta corretta può contribuire a mantenere efficiente il delicato equilibrio ormonale del nostro organismo e dei nostri capelli (Dieta, ormoni e capelli clicca qui per approfondire)
  5. Affrontare lo stress e le pressioni a cui ci sottopone la vita quotidiana

Nel sesso maschile a volte non basta bloccare l’azione del DHT, per essere sicuri di preservare al meglio lo stato dei capelli bisognerà per forza seguire uno stile di vita virtuoso che ci permetterà di avere maggiori risultati e soddisfazioni.

Sarebbe altrimenti come assumere farmaci anticolesterolo e per la pressione pretendendo di continuare a mangiare grassi e cibi salati, abusare di alcool, fumo e caffeina, illudendoci che sarà sufficiente l’efficacia del farmaco per salvaguardarci da qualsiasi rischio per la salute.

  Fattori dannosi per salute dei capelli  
 Fumo attivo e passivo
Esposizione  non corretta ai raggi solari senza adeguata protezione Esposizione  alle lampade abbronzanti senza adeguata protezione
Abuso di Alcool
Abuso di caffeina
Alimentazione con poca frutta e verdura
Stress e vita sregolata
Diete dimagranti squilibrate

Vedremo poi come affrontare alcune condizioni che possono essere potenzialmente dannose per lo stato dei  nostri capelli. È importante sapere come lavare e asciugare i capelli, se utilizzare o meno un balsamo, come comportarsi se si effettua un’attività fisica costante.

E’ vietata la riproduzione degli articoli di questo sito-Fabrizio Fantini tutti i diritti riservati Copyright ©

Tratto da “Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Riavere i capelli con la Fue

Riavere i capelli con la Fue

La FUE (follicular unit escission) è una tecnica chirurgica che consiste nel prelevare le unità follicolari dalla zona dietro la nuca per poi impiantarli nella zona calva.

Con questa tecnica non c’è più bisogno di asportare una striscia di pelle come nell’autotrapianto e i follicoli vengono asportati sfruttando un’area della zona posteriore del capo molto più ampia (circa 15 x 25 cm).

Si utilizzano dei microbisturi circolari (punch), mediante i quali è possibile prelevare segmenti minimi di cuoio capelluto contenenti una o due unità follicolari. Il paziente deve rasare una gran parte della zona posteriore del capo e gli rimarranno dei minuscoli fori che corrispondono alle aree dei prelievi. Il chirurgo innesta poi follicoli nella zona calva come nella tecnica dell’autotrapianto. Questa nuova tecnica si sta evolvendo negli ultimi 5-10 anni e richiede ancora di più alte doti tecniche e organizzative per pianificare e realizzare l’intervento.

Se eseguita correttamente, la FUE risulta una metodica chirurgica molto meno invasiva, non prevede asportazione della striscia di cuoio capelluto e conseguenti punti di sutura, non c’è bisogno di un anestesista e risulta più rapida. Occorre evitare di danneggiare le unità follicolari sia durante l’asportazione del follicolo sia durante l’innesto. La tecnica, se non eseguita con altissima efficienza e capacità, può danneggiare i follicoli rimasti nella zona donatrice e causare delle retrazioni cicatriziali che deformano l’asse del follicolo, il quale non è più inserito nella posizione originaria. Il numero delle unità follicolari da trapiantare è minore rispetto alla tecnica classica.

Quindi, se decidi di fare un trapianto FUE, sarà ancora più importante affidarsi a una equipe di chirurghi qualificati e conosciuti dalla comunità scientifica internazionale. Consulta la Sitri e suoi chirurghi e non farti ingannare da preventivi troppo bassi e false promesse

Per gentile concessione del prof. Vincenzo Gambino

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini-In tutte le librerie

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con il 15% di sconto EditEdit

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Capelli sani

Capelli sani

Capelli sani” ti aiuta a capire se hai una predisposizione alla calvizie o se sei vittima di una semplice perdita di capelli temporanea, indicandoti le strategie più efficaci per contrastare e sconfiggere la calvizie comune e il telogen effluvium.  

La calvizie si può affrontare e risolvere, con metodo e costanza.  

Quali esami devi fare?
Quali sono i parametri più importanti da analizzare?

Nel percorso anticalvizie scoprirai quali farmaci sono più efficaci e quali gli effetti collaterali, in cosa consiste veramente l’autotrapianto di capelli e la nuova tecnica FUE. Potrai approfondire al meglio le terapie naturali a disposizione, dalle sostanze fitoterapiche al massaggio del cuoio capelluto, fino all’utilizzo del laser terapeutico.  

Capelli sani” ti fornisce anche tutti i consigli utili per contrastare lo stress e la dermatite seborroica, illustrandoti con un semplice programma settimanale come adottare una dieta sana in grado di mantenere i capelli forti e in salute.

Infine, un utile elenco consente di metterti al riparo dai venditori di false promesse e individuare i medici esperti di patologie dei capelli riconosciuti dalla comunità scientifica

Scarica Indice e introduzione Capelli saniDownload

Capelli Sani, PUNTO D’INCONTRO EDIZIONI, 172 PAG. EURO 10,40

Disponibile in tutte le librerie

Oppure acquista con lo sconto  Capelli saniEdit

Maggior efficacia della Finasteride topica al 0,25% in associazione con minoxidil al 3% nel sesso maschile

Maggior efficacia della Finasteride topica al 0,25% in associazione con minoxidil al 3% nel sesso maschile

La finasteride è un farmaco e può provocare effetti collaterali, per chi vuole aspettare e ha ancora dei dubbi e perplessità prima di cominciare la terapia può provare la lozione topica. In questo studio è stato dimostrato la maggior tollerabilità della soluzione topica in associazione al minoxidil.

La lozione topica va fatta preparare da una farmacia esperta in preparazioni galeniche specifiche per i problemi ai capelli. Mandatemi dei messaggi o sulla chat su facebook (capelli sani) se avete dubbi o chiarimenti sull’argomento, vi risponderò prima possibile.

Uno studio pubblicato nel 2016 da un gruppo di ricercatori della Divisione di Dermatologia della Facoltà di Medicina a Bangkok in Talilandia, ha dimostrato la maggior efficacia della associazione topica di finasteride allo 0,25% più Minoxidil al 3% rispetto alla sola soluzione al 3% di minoxidil, due volte al giorno

Lo studio è stato effettuato su 40 soggetti di sesso maschile con alopecia androgenetica con età compresa tra i 18 e i 40 anni. Metà del gruppo era in trattamento con due applicazioni del 3% di minoxidil senza finasteride topica.

Il primo obiettivo era quello di valutare l’efficacia maggiore della associazione misurando il cambiamento al basale della densità e del diametro dei capelli

L’altro end point importante era quello di valutare gli effetti collaterali della lozione topica di finasteride e il suo assorbimento sistemico, visti gli effetti collaterali che la finasteride sistemica a volte ha provocato.

Gli endpoint secondari includevano la valutazione fotografica globale da parte di ricercatori. Sono stati registrati cambiamenti nei livelli plasmatici di diidrotestosterone ed eventi avversi.

Risultati: alla settimana 24, la soluzione combinata di finasteride e minoxidil era significativamente superiore al solo minoxidil nei miglioramenti della densità dei capelli, del diametro dei capelli e della valutazione fotografica globale (tutte P <0,05). 

Circa il 90% dei pazienti trattati con la soluzione combinata ha mostrato un miglioramento da moderato a marcato. La soluzione combinata ha anche avuto un effetto minimo sui livelli plasmatici di diidrotestosterone, una riduzione di circa il 5%. Non ci sono stati inoltre eventi avversi sistemici segnalati da pazienti in entrambi i gruppi.

Conclusione: il trattamento con soluzione topica di 0,25% di finasteride miscelata con minoxidil al 3% è risultato significativamente superiore alla soluzione di minoxidil al 3% per promuovere la crescita dei capelli nell’alopecia androgenetica maschile e ben tollerato

Uno studio randomizzato, controllato in doppio cieco sull’efficacia e la sicurezza della soluzione topica di 0,25% di finasteride miscelata con 3% di minoxidil vs. 3% di minoxidil nel trattamento dell’alopecia androgenetica maschile” Suchonwanit P, Srisuwanwattana P, Chalermroj N, Khunkhet S.J Eur Acad Dermatol Venereol. 2018

Divisione di Dermatologia, Facoltà di Medicina, Ramathibo di Hospital, Università di Mahidol, Bangkok, Tailandia.

© 2018 Accademia Europea di Dermatologia e Venereologia.

Insalata di salmone, funghi e olive nere

Insalata di salmone, funghi e olive nere

Insalata di salmone, funghi e olive nere

Ricetta semplice e gustosa, ricca di omega 3 (EPA e DHA), aminoacidi essenziali, acido oleico, carnitina e aminoacidi, basso indice glicemico

Ingredienti: 250 g di salmone rosa 200 g di funghi champignon 1 cespo di lattuga 1 limone olio extravergine d’oliva 150 g di olive nere sale e pepe

Preparazione: Tagliare il salmone a striscioline. Lavare e tagliare i funghi, quindi irrorarli con un po’ di succo di limone. Lavare e asciugare la lattuga; tagliarla a fettine. Versare il tutto in una terrina, aggiungendo le olive tagliate a metà e il succo di limone rimasto. Salare e pepare.

Tratto da “Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Alopecia areata e artrite reumatoide: valutazione degli eventi avversi autoimmuni post Vaccino herpes zoster

Alopecia areata e artrite reumatoide: valutazione degli eventi avversi autoimmuni post Vaccino herpes zoster

Gravi eventi avversi autoimmuni post vaccino contro l’herpes zoster: uno studio caso-controllo sugli eventi avversi in un database nazionale.

Journal drugs dermatology 2015 lug; 14 (7): 681-4

Yi Chun Lai ,  Yik Weng Yew

Il vaccino Zoster è raccomandato per ridurre l’incidenza dell’herpes zoster e la sua complicanza della nevralgia post-erpetica negli anziani. 

Tuttavia, ci sono state segnalazioni di effetti collaterali autoimmuni dopo la vaccinazione. Miriamo quindi a studiare la possibile relazione di eventi avversi autoimmuni gravi

artrite reumatoide

vasculite

lupus eritematoso sistemico

trombocitopenia

alopecia

sindrome di Guillain-Barre

neurite ottica

sclerosi multipla

Dopo la vaccinazione post-zoster con uno studio caso-controllo associato di eventi segnalati nel Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS). Il nostro studio non ha mostrato rischi significativamente aumentati di eventi avversi autoimmuni gravi, ad eccezione dell’artrite e dell’alopecia, dopo la vaccinazione

Rispetto a quelli non esposti, i pazienti con vaccinazione anti-zoster avevano 2.2 e 2. 7 volte le probabilità di sviluppare l’artrite e l’alopecia, rispettivamente (P <0,001 e P = 0,015, rispettivamente). 

Tuttavia, quasi nessuno di questi eventi era in pericolo di vita. Il vaccino Zoster è quindi relativamente sicuro e difficilmente può esacerbare o indurre malattie autoimmuni. Dati i suoi benefici e sicurezza ma scarsa copertura, i dermatologi e i medici di base dovrebbero incoraggiare l’uso del vaccino anti-zoster nei pazienti anziani, compresi i pazienti selezionati con malattie autoimmuni.

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Omega 3 e capelli

Omega 3 e capelli

Acidi Grassi Polinsaturi Omega 3

Gli effetti biologici benefici degli omega 3 sono stati scoperti studiando il rischio cardiovascolare di popolazioni eschimesi della Groenlandia che mangiavano ingenti quantità di pesce “grasso” come il pesce azzurro, salmoni e merluzzi. Le stesse popolazioni, emigrate nei paesi industrializzati come la Danimarca che avevano abbandonato le abitudini alimentari abituali presentavano un maggior rischio cardiovascolare e una incidenza più elevata di dermatite atopica e psoriasi, malattie cutanee rare nella popolazione esquimese.

Salmone rosa, ricco di Omega 3 benefici per i capelli

Abbiamo visto come gli acidi grassi omega 3 siano fondamentali per ottimizzare i messaggi ormonali del nostro corpo, in quanto precursori degli eicosanoidi “buoni” meno infiammatori e vasodilatatori.

Gli acidi grassi polinsaturi sono sostanze così dette “essenziali”, perché l’organismo non è in grado di produrle e occorre introdurle con l’alimentazione.

Azione degli omega 3

1)      Inibizione 5 alfa reduttasi di tipo 1 e 2 da parte dell’acido linolenico

2)      Componenti fondamentali delle membrane biologiche e del tessuto epiteliale

3)      Costituenti del film idrolipidico fondamentale per l’integrità del cuoio capelluto

4)      Azione antinfiammatoria

5)      Effetto di abbassamento del tasso di trigliceridi

6)      Azione di vasodilatazione

7)      Azione antiaritmogena

Gli acidi grassi polinsaturi, grazie a un meccanismo di inibizione dell’attività della 5 alfa reduttasi, hanno anch’essi una parziale azione antiandrogena e contribuiscono alla formazione del film idrolipidico, prodotto dalle ghiandole sebacee e sudoripare della cute e del cuoio capelluto.

SostanzaAcidi grassi polinsaturi omega 3
ComponentiALA (acido gamma linolenico, DHA (acido docosaesaenoico) e l’EPA (eicosapentaenoico)
Studi scientificiInibizione della 5 alfa reduttasi  di tipo 1  e 2 dell’acido linolenico, azione antiaritmica nel post infarto, abbassamento dei trigliceridi, azione antinfiammatoria e sull’aggregazione piastrinica.
PreparatiSono sostanze naturali presenti nel pesce (es. sgombro) e un po’ nella frutta secca. I farmaci  a base di omega 3  per le ipertrigliceridemie nel post infarto sono gratuiti a carico del servizio sanitario nazionale

Conclusioni:

L’acido linolenico (ALA) è un inibitore della 5 alfa reduttasi di tipo 1 e 2 e ha dimostrato in vitro di ridurre la produzione di DHT , il “killer” dei capelli.

Questo acido grasso è spesso utilizzato in alcune lozioni cosmetiche proprio per questa azione antiandrogena ma per ora non ci sono studi inequivocabili sulla efficacia del preparato topico. Spesso la nostra dieta è povera di questi importanti sostanze che hanno numerose azioni benefiche sia sulla riduzione dei trigliceridi che sulla riduzione del rischio cardiovascolare (studio Gissi), e quindi a maggior ragione dovrebbero essere introdotte nel nostro organismo.

L’ American Hart Association ha introdotto delle linee guida alimentari per  prevenire la mortalità cardiovascolare, consigliando di consumare almeno due porzioni di pesce “grasso” alla settimana, frutta secca, come noci e olii vegetali ricchi di acido linolenico.

Si sa anche che in molte affezioni cutanee, come la dermatite e la psoriasi, la composizione del sebo cutaneo subisce uno squilibrio nei suoi componenti e gli omega 3 possono ristabilire le percentuali di acidi grassi ideali per mantenere integra la funzionalità epiteliale. Esistono numerosi preparati a base di omega 3 con differenti concentrazioni di acidi grassi.

Per tassi elevati di trigliceridi nel post infarto ci sono le capsule da 1 gr. che devono contenere acidi grassi polinsaturi con un contenuto in EPA e DHA non inferiore all’ 85% e vanno utilizzate sotto controllo medico.

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Linguette ai moscardini con pomodori-basso indice glicemico

Buoni e veloci, ricchi di vitamine del gruppo B e omega 3, indice glicemico basso Ingredienti: − 320 g di linguette − 400 g di moscardini − peperoncino − aglio − olio extravergine d’oliva − 300 g di pomodorini pachino

Preparazione:

Lavare i moscardini sotto acqua corrente e tagliarli a pezzetti. Metterli in un tegame antiaderente con l’aglio e l’olio, salare leggermente, coprire e cuocere alla massima intensità per 2 minuti. Bagnare con il vino bianco secco e lasciare evaporare per 3 minuti.

Unire prezzemolo ben tritato, aggiungere sale, pepe, eliminare l’aglio e cuocere ancora per 10 minuti a recipiente coperto. Lasciare riposare i moscardini per due minuti. Nel mentre, cuocere le linguette in abbondante acqua salata, scolare e condire con il sugo di moscardini, aggiungendo un filo d’olio crudo. Buon appettito!

Nasello al forno

Ricetta gustosa e leggera, ricca di proteine, aminoacidi essenziali, cistina e metionina,  acido oleico e  acidi grassi polinsaturi. Basso indice glicemico

Ingredienti: 4 tranci di merluzzo nasello, succo di limone, pomodorini, pangrattato, olio extra vergine di oliva, prezzemolo, aglio sale e pepe

Preparazione: preparare un impasto con aglio e prezzemolo tritati, pangrattato e un filo di olio. Nel mentre preriscaldare il forno a 180 gradi, stendere i tranci di Nasello in una pirofila da forno e cospargere i tranci con la salsa e i pomodorini tagliati a metà. Cuocere per circa 20 m a 180 gradi.

Tratto da “Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini

Capelli sani per sempre-donna

Capelli sani per sempre-donna

Un manuale completo per contrastare la perdita dei capelli nel sesso femminile. Affronta la problematica da tutti i punti di vista: Dalla Psicosomatica alla medicina tradizionale. Quali esami effettuare? Quali sono i cibi consigliati e quelli da evitare? E molti altri consigli utili per la salute e la bellezza dei capelli.

Sommario capelli sani per sempre DonnaDownload

Capelli sani per sempre-Donna“, e-book 115 pag. 6,20 Euro

Acquista e-book su Amazon

“Prevenire e contrastare la caduta dei capelli”, disponibile in tutte le librerie

Zinco e Rame alleati anticalvizie

Zinco e Rame alleati anticalvizie

Zinco

Lo zinco è un inibitore della 5 alfa reduttasi e quindi contribuisce a bloccare il DHT, il “Killer” dei capelli. È presente anche nella struttura del capello ed è componente della struttura delle proteine. È coinvolto in più di 60 reazioni enzimatiche ed è fondamentale anche per la superossidodismutasi, antiossidante che contrasta l’azione dei radicali liberi.

  • Inibisce la 5 alfa reduttasi
  • È costituente della struttura delle proteine
  • È essenziale per la superossidodismutasi che disattiva l’anione superossido
  • Stimola il sistema immunitario

Leggere carenze di zinco possono considerarsi frequenti e sono causate da una dieta povera di carne, ricca di cereali e da abuso di alcool. La carne, i funghi, il tuorlo d’uovo, il cacao, il lievito di birra e i semi di zucca sono alcune delle principali fonti naturali.

Alcuni farmaci come i corticosteroidi e alcuni antidepressivi interferiscono con il suo assorbimento o escrezione. Una elevata quantità di zinco può ridurre l’assorbimento di rame in quanto entrambi utilizzano la stesso trasportatore proteico.

Rame

Il rame è un importante cofattore enzimatico in numerose reazioni enzimatiche. Permette  all’organismo di utilizzare il ferro per la sintesi dell’emoglobina. Permette di impiegare la tiroxina per la produzione di melanina pigmento che colora i capelli e la pelle.

È essenziale per la formazione della superossidodismutasi, molecola che contrasta l’azione dell’anione superossido, radicale libero dannoso per i capelli.

Catalizza la formazione di cistina a partire della cisteina, l’aminoacido più importante della struttura dei capelli. Interviene anche nella formazione del collagene.

  • È indispensabile per la formazione di melanina, pigmento che colora i capelli e la cute
  • Contrasta l’azione di alcuni dannosi radicali liberi
  • Permette la formazione di cistina, aminoacido costituente importante della cheratina dei capelli

Una dieta equilibrata è sufficiente per garantirsi il giusto apporto di rame, oligoelemento presente nel pesce, nei legumi, nei cereali, nella frutta secca.

Sono rare le carenze, mentre un eccesso potrebbe provocare una carenza di zinco.

Tratto da “Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” Tecniche Nuove Edizioni Scarica l’indice del libroDownload

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©