Benvenuti

Benvenuti

Mi chiamo Fabrizio Fantini e mi occupo di divulgazione scientifica e calvizie comune da circa 20 anni

Chi sono:

Fabrizio Fantini, laureato in Biologia e divulgatore scientifico, membro della Società italiana di Tricologia, è docente al Corso di Alta Formazione in Tricologia del Sitri a Firenze 

Fermare la caduta dei capelli e invertire il processo di diradamento:

In questi anni la medicina e la chirurgia della calvizie hanno compiuto notevoli progressi e questo ci permette di fruire di nuove armi per contrastare la calvizie comune e cercare di invertire il processo di diradamento tipico di questa affezione. In questo blog saranno prese in considerazione le reali novità nel campo delle patologie dei capelli, mantenendo la stessa filosofia, con l’impegno costante di tenervi sempre aggiornati

La convinzione comune che una persona con la calvizie potesse fare ben poco per poter salvare i propri capelli ora è cambiata, e quello che avevo previsto una decina di anni fa è in parte avvenuto, lo stile di vita, l’alimentazione e la lotta contro lo stress sono diventati dei fattori fondamentali per poter rendere sempre più efficaci le nuove strategie anticalvizie che si sono sviluppate in questi ultimi anni

10 milioni di persone hanno questo problema

In Italia sono almeno otto milioni di uomini e due milioni di donne che hanno problemi di capelli. La calvizie femminile ha poco a che fare con l’alopecia androgenetica. Le cause possono essere tante e diverse, vedremo cosa fare e quali strategie adottare in una sezione a parte. Saranno prese in considerazione le novità più interessanti e le prospettive future per poter favorire la ricrescita e la salute dei capelli

Argomenti in evidenza

Oli essenziali e capelli
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- Prevenire e contrastare la caduta dei capelli nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Pubblicazioni disponibili in libreria e online

Il polline è una fonte preziosa di aminoacidi essenziali e flavonoidi utili per la salute dei capelli

Il polline è una fonte preziosa di aminoacidi essenziali e flavonoidi utili per la salute dei capelli

Il polline è la parte germinativa maschile del fiore e si presenta come una polvere finissima spesso gialla o di colore più bruno. Le api, durante la loro attività di bottinatrici, si caricano di queste minuscole palline appiccicose, portandole da fiore in fiore favorendo l’impollinazione. Anche le api si nutrono di questa preziosa fonte di vitamine e aminoacidi essenziali ad alta concentrazione.

il polline è una fonte preziosa di aminoacidi essenziali e flavonoidi utili per la salute dei capelli

I pollini si classificano in anemofili e entomofili: la differenza consiste che gli entomofili vengono trasportati dalle api grazie alla loro maggior viscosità, mentre gli anemofili meno viscosi e più leggeri vengono veicolati dal vento per poter raggiungere il fiore da impollinare

La composizione del polline varia a seconda della provenienza, inoltre è fondamentale che sia elaborato dalle api proveniente dall’alveare.

Il polline si caratterizza dalla alta percentuale di aminoacidi essenziali, vitamine e dalla bassa percentuale di grassi. Presenti in buona quantità anche i flavonoidi tra i quali la quercitina, potente antiossidante e antinfiamamtorio e la rutina, la sostanza più attiva in grado di aumentare la microcircolazione dei vasi sanguigni.

L’alto contenuto dell’aminoacido leucina aiuta l’organismo a disintossicarsi, mentre aminoacidi e vitamine lo rendono un nutriente energizzante, antidepressivo e riequilibrante

La ricca presenza di vitamine e flavonoidi è in grado di potenziare le azioni benefiche della vitamina C sui capelli e sull’organismo in generale

Il Polline vanta nella sua composizione pressochè tutte le vitamine più importanti per la salute dei capelli: Vitamina C, Niacina, acido pantotenico, acido folico. tiamina, riboflavina, piridossina

**La principale difficoltà nell’applicazione del polline d’api nella moderna fitomedicina è legata all’ampia variazione specie-specifica nella sua composizione. Pertanto, le variazioni possono contribuire in modo diverso alle proprietà del polline d’api e all’attività biologica e quindi agli effetti terapeutici

**J Sci Food Agric . 2016 ottobre; 2016 19 aprile. “Proprietà biologiche e terapeutiche del polline d’api” Bożena Denisow ,  Marta Denisow-Pietrzyk 

Leggi anche:

Vitamine B6, B3 e capelli

Melatonina e capelli

Mela Annurca e capelli

Serenoa repens e capelli

Cheratina e capelli

Vitamina B5 e capelli

Numerosi oligoelementi essenziali, fondamentali per le funzioni biologiche dell’organismo: potassio, calcio, magnesio, silicio, fosforo, manganese, ferro, zolfo e zinco.

Come consumarlo: basta la quantità di un cucchiaino da caffè, circa 10 gr al mattino durante la colazione

Argomenti in evidenza

Oli essenziali e capelli
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- Prevenire e contrastare la caduta dei capelli nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Dieta per capelli sani, la cena

Dieta per capelli sani, la cena

La sera occorre mangiare meno quantità di cibo e cercare di evitare di eccedere con alcool e superalcolici. Bisogna dare priorità alle proteine rispetto ai carboidrati. Quindi carne bianca o pesce, sempre accompagnati da una fetta di pane integrale, abbondanti porzioni di verdure e utilizzo di olio extravergine d’oliva.

Evitare burro, insaccati e la maggior parte di formaggi grassi. Chi non ha problemi di linea e fa molta attività fisica può mangiare anche un piatto di riso integrale o 80 grammi di pasta cotta al dente con condimento leggero. Le bevande da preferire sono un bicchiere di vino rosso o bianco e acqua con un basso residuo fisso; bere birra con moderazione ed evitare grappe e amari.

 Esempio:

•Piatto base con carne bianca, pollame o pesce azzurro

 •Riso basmati con germogli di soia o minestrone agli ortaggi

 •insalata con tofu, sedano, carote e pomodori

 •Olio extravergine d’oliva

 •Fragole e lamponi

 •Vino rosso e acqua

Oppure

  • Prosciutto sgrassato e melone
  • Verdure alla griglia o insalata verde con patate al selenio
  • Erbe aromatiche
  • Macedonia senza zucchero
  • Gelato alla soia crema e cioccolato

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini- Prevenire e contrastare la caduta dei capelli nuova edizione-Tecniche Nuove Edizioni©

Dieta per capelli sani-la colazione

Dieta per capelli sani-la colazione

E’ importante svegliarsi con calma e non troppo bruscamente. La sveglia dovrebbe avere una suoneria piacevole che non innervosisca. Stirarsi bene sul letto per poi alzarsi gradualmente.

Dopo la colazione andare in bagno per il lavaggio dei denti, massaggiare delicatamente le gengive con i polpastrelli. Applicare per cinque minuti il laser sulla zona frontale del cuoio capelluto e sulle aree più diradate

Risciacquare con acqua fresca il viso e fare una doccia con acqua non troppo calda. Il lavaggio dei capelli deve essere effettuato con una sola applicazione di shampoo. Cercare di sciacquare bene senza usare acqua troppo calda e alternando acqua calda e fredda.

Leggi anche: la cena

Leggi anche: il pranzo

Per chi ha i capelli secchi o sfibrati, usare un balsamo a base di olio di macadamia. Per chi ha i capelli grassi e li lava spesso o tutti i giorni applicare 2 volte alla settimana balsamo ai semi di lino.

Asciugare con asciugamano pulito e con un phon ad aria tiepida e lontana dalla capigliatura di circa 25 cm. Pettinare con un pettine personale e precedentemente pulito con acqua e sapone.

Colazione

Prima di cominciare la colazione è importante prendere l’abitudine di bere un bicchiere di acqua calda con un cucchiaino di succo di limone biologico.

Il limone è in grado di depurare l’organismo dalle scorie, eliminando le tossine attraverso la diuresi. Il limone deve essere biologico e spremuto sul momento, non bisogna esagerare comn le quantità e basta consumarlo due tre volte alla settimana

Dopo aver bevuto acqua o acqua calda con poco succo di limone biologico è consigliabile fare colazione con fette biscottate integrali e marmellata ai frutti di bosco, lamponi, mirtilli, prugne, fragole o albicocche. Oppure consumare pane tostato con prosciutto crudo privato della parte grassa. In alternativa, biscotti alla soia e cioccolato.

Per chi ama la frutta, si può iniziare la giornata con un’insalata di frutta: kiwi, mele, pere e pinoli, che apportano vitamine, zuccheri e acidi grassi polinsaturi, più un caffè o un tè verde.

Le bevande da preferire sono tè verde anche con limone, latte di soia al cioccolato, caffè d’orzo, tisane e infusi ai frutti di bosco.

Chi ama il caffè può consumarne due, massimo tre tazzine al giorno. Bisognerà non eccedere con lo zucchero raffinato, dando priorità allo zucchero di canna grezzo.

Nella prima parte della giornata è meglio consumare maggiori quantità di carboidrati, sia perché si necessita di maggior energia sia perché al mattino il nostro organismo produce maggiori quantità di cortisolo, che permette di contrastare l’accumulo di grasso dovuto al rilascio di insulina.

Non bisogna eccedere con il cappuccino, in quanto la miscela di latte e caffè provoca un miscuglio poco digeribile. Un’alternativa al caffelatte o al tè è il tè verde, bevanda ricca di sostanze antiossidanti, antinfiammatorie con meno caffeina rispetto al caffè e al tè nero. Alcuni tannini isolati nel tè verde ed esattamente l’epigallocatechina 3 gallato hanno dimostrato di inibire la 5 alfa reduttasi di tipo 1, che converte maggiori quantità di DHT a livello della ghiandola sebacea.

Quindi il tè verde può essere considerato una bevanda utile per la salute e per i nostri capelli. Naturalmente non bisogna eccedere con le quantità: due o tre tazze al giorno sono sufficienti. Anche il caffè d’orzo, ricco di sostanze antiossidanti può essere una buona alternativa.

Scegli le opzioni per la colazione

Esempio:

1. Fette biscottate o pane tostato integrali con marmellata ai frutti di bosco, marmellata alle prugne, alle albicocche. Tè verde alla menta, latte di soia al cioccolato, caffè

2. Biscotti di soia al cioccolato con tè verde o caffè d’orzo

3. Pane tostato integrale ai cereali con prosciutto crudo sgrassato, più un bicchiere di tè verde al limone o un caffè

 4. insalata di mele, Kiwi, pere e pinoli, un goccio di limone più tè verde o un bicchiere di succo ai mirtilli

5. Yogurt magro  con frutti di bosco

Meglio evitare di:

1. Consumare merende confezionate ricche di zuccheri raffinati in grado di depauperare l’organismo delle vitamine e dei nutrienti essenzaili. Le paste del bar vanno evitate, sia perché spesso sono riscaldate al mattino al microonde, sia perchè ricche di acidi grassi trans, dannosi per il nostro organismo. Il burro e i conservanti servono per renderle più soffici e meno deteriorabili, ma spesso rimangono nel bancone dalla sera prima, accumulando batteri e microrganismi.

2. Mangiare subito prima di lavarsi

3. Lavare i capelli con acqua troppo calda e fare due applicazioni di shampoo 4. Asciugare i capelli con aria troppo calda

6. Eccedere con i cappuccini

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini-Tecniche Nuove Edizioni©

Prevenire e contrastare la caduta dei capelli-introduzione

Prevenire e contrastare la caduta dei capelli-introduzione

Introduzione alla nuova edizione

In questi anni la medicina e la chirurgia della calvizie hanno fatto notevoli progressi e questo ci permette di fruire di nuove armi per contrastare la calvizie comune e cercare di invertire il processo di diradamento tipico di questa affezione. In questa nuova edizione saranno prese in considerazione le reali novità nel campo delle patologie dei capelli, mantentenendo sempre la stessa filosofia, cercando di dare sempre dei riferimenti scientifici su quello che è enunciato nel manuale.

La convinzione comune che una persona con la calvizie potesse fare ben poco per poter salvare i propri capelli ora è cambiata, e quello che avevo previsto una decina di anni fa è in parte avvenuto, Lo stile di vita, l’alimentazione e la lotta contro lo stress sono diventati dei fattori fondamentali per poter rendere sempre più efficaci le nuove strategie anticalvizie che si sono sviluppate in questi ultimi anni. Devo dire grazie a chi ha creduto al mio progetto e a tutti quelli che mi hanno scritto e chiesto consigli e suggerimenti. Ancora oggi è difficile districarsi nel mondo delle “false promesse” e per questo motivo vi consiglio di dubitare sempre di chi fa promesse miracolose e vi propone di firmare in bianco preventivi esorbitanti.

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

Questa nuova edizione ha l’obiettivo di essere accessibile a tutti, accompagnando il lettore in un percorso anticalvizie semplice e chiaro e con tutti gli strumenti attualmente a disposizione per riuscire a salvare la propria capigliatura.

Alla fine di ogni capitolo troverete dei consigli pratici per procedere rapidamente alla miglior strategia anticalvizie che fa al caso vostro. Prima cosa sarà individuare nelle tabelle i fattori che potrebebro peggiorare la vostra calvizie.

Bisogna impegnarsi a cambiare leggermente il proprio stile di vita, aggiungendo cibi benefici per la salute dei capelli, rinunciando a quelli dannosi. L’alimentazione è il primo passo e forse uno dei più importanti per mantenere in salute il nostro organismo e prevenire quei disturbi e quelle alterazioni metaboliche in grado di peggiorare la salute della pelle e dei capelli. Per questo motivo ho messo a disposizione anche in questo manuale, la prima dieta per la salute dei capelli alla luce delle conoscenze attuali. Troverete nel libro un programma dietetico settimanale e un “nutrito” elenco di ricette da preparare a pranzo e a cena.

Sarà molto importate combattere lo stress con metodo e ottimismo prenderemo in considerazione, grazie alla farmacologa ed esperta in medicina naturale Claudia Rossi, anche la psicosomatica per aiutare il lettore ad affrontare a livello emotivo i delicati disturbi psicologici correlati alla ipotrichia e alla perdita dei capelli.  Cercheremo di bloccare prima possibile la caduta dei capelli con i farmaci o sostanze naturali che faranno al caso vostro. Descriverò in maniera più dettagliata la nuova tecnica chirurgica FUE e le sue caratteristiche. Prenderò anche in considerazione le ultime novità tra cui l’utilizzo del laser, la tecnica del massaggio del cuoio capelluto, le iniezioni di plasma arricchito di piastrine (PRP), l’utilizzo degli olii essenziali in tricologia.

Seguire i consigli di questo libro in maniera discontinua porterà scarsi risultati e qualche delusione. La lotta contro la calvizie richiede fiducia, entusiasmo, e un po’ di pazienza. Se seguirete con costanza e umiltà i consigli di questo libro potrete ottenere sicuramente degli ottimi risultati. Questo nuovo stile di vita potrà diventare benefico non solo per i vostri capelli e la vostra pelle, ma anche per la vostra la salute in generale. Vi auguro con tutto il cuore di combattere e sconfiggere la calvizie, Buona fortuna!

Un libro sui capelli e sulla calvizie dedicato agli utenti. Una capacità; di scrittura invidiabile. Un linguaggio semplice e di estrema chiarezza Una accurata ricerca sul campo fra veri esperti e venditori di promesse. Il libro del dr. Fantini offre al lettore una bussola con cui orientarsi e dirigersi, per navigare in quel mare di incertezze che è la tricologia“.

Prof. Andrea Marliani Endocrinologo e Dermatologo

Direttore scientifico della Società Italiana di Tricologia

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

Introduzione

Il diradamento dei capelli che contraddistingue la calvizie comune il più delle volte è un processo lento e graduale che può essere rallentato e a volte fermato da un insieme di strategie anticalvizie e da uno stile di vita che elencherò in questo testo.

La lotta contro la calvizie, così si potrebbe definire, è un percorso a tappe e solamente la nostra perseveranza potrà permettere di raggiungere grandi risultati. Bloccare l’ormone DHT uno dei maggiori responsabili della calvizie è fondamentale ma in alcuni casi non è sufficiente per avere il massimo del risultato possibile.

Esistono numerosi fattori che contribuiscono a peggiorare la calvizie e che disattivano in parte le nostre strategie anticalvizie. La dermatite seborroica, il telogen effluvium, lo stress e una alimentazione inadeguata contribuiscono infatti a cambiare il decorso della alopecia androgenetica  accelerando il processo di diradamento.

Ricordiamo bene una cosa,  se grazie ai farmaci riusciremo a bloccare la caduta dei capelli, non vuol dire comunque che il nostro aspetto sarà esteticamente soddisfacente. Solamente curando lo stress con l’attività fisica e il rilassamento, seguendo una alimentazione ricca dei nutrienti principali ed evitando alcool, fumo e eccessi di caffeina, riusciremo a mantenere in salute la nostra pelle e quindi il nostro aspetto sarà in ogni caso sano e piacevole con o senza i capelli in testa.

Nella prima parte sapremo finalmente quali sono le cause della calvizie comune e conosceremo più a fondo gli altri fattori che contribuiscono a peggiorare la calvizie. Il primo capitolo ci farà capire quali sono i meccanismi che fanno perdere i capelli e come il DHT realizzi il messaggio genetico per la calvizie. Il secondo e il terzo capitolo ci spiegano come la calvizie comune possa essere peggiorata da altri fattori concomitanti come il telogen effluvium, la dermatite, l’infiammazione e la fibrosi. I primi capitoli hanno un piccolo riassunto finale per chi vuole saltare gli argomenti che non interessano e andare direttamente ai capitoli principali senza perdere i concetti più importanti. Eventualmente tornerete in seguito sugli argomenti saltati.

Scopriremo come lo stress, uno stile di vita e una alimentazione inadeguati possono provocare il telogen effluvium, abbondante e temporanea caduta dei capelli che contribuisce a far peggiorare la calvizie e rende vane le nostre strategie anticalvizie.

La parte seconda ci introduce finalmente ai capitoli più importanti. Vedremo come in molti casi è possibile arrestare la caduta dei capelli utilizzando sostanze anti DHT grazie anche all’ausilio dei più importanti medici specialisti in questo settore elencati alla fine del testo.

Sarà opportuno seguire i 5 pilastri per contrastare la calvizie con la sesta opzione chirurgica nei casi più gravi. Bloccare il DHT non basta occorre mantenere in equilibrio la salute dei nostri capelli con una dieta adeguata e ricca di tutti i principi nutritivi. Nei capitoli successivi ho cercato di approfondire l’argomento alimentazione, aspetto fin troppo trascurato in questo settore. Bisogna cercare di dare preferenza al pesce, alla soia, alla carne magra ricca degli aminoacidi costituenti della cheratina dei capelli. Anche le vitamine e gli oligoelementi sono importanti e vedremo come garantirci il giusto apporto vitaminico evitando le carenze. Bisogna anche scegliere alimenti con basso indice glicemico, cioè cibi che non provochino il rilascio di glucosio troppo velocemente alterando la produzione di insulina e modificando negli anni l’equilibrio ormonale del nostro organismo. Anche la scelta dei grassi è fondamentale. È importante infatti ridurre drasticamente i grassi saturi di origine animale e aumentare l’assunzione di pesce “grasso” cioè ricco di Omega 3.

Un equilibrio perfetto di tutti questi principi nutritivi permetterà di mantenerci in salute e contribuirà a evitare condizioni fisiologiche potenzialmente dannose per i capelli.

Alcuni estratti di piante medicinali e alcuni alimenti sono utili per la salute dei capelli e bisogna dare priorità a questi cercando di evitarne altri invece dannosi. Nel capitolo successivo sono elencati alcuni consigli pratici per la salute dei capelli. Lo stile di vita e alcuni fattori ambientali possono contribuire a danneggiare lo stato dei nostri capelli, l’obiettivo sarà quello di non peggiorare la situazione.

Altro argomento sempre citato ma altrettanto trascurato è quello dello stress. Lo stress cronico può creare disturbi e malattie e in alcuni casi provoca perdita di capelli che contribuisce a peggiorare la calvizie comune. Dopo aver visto perché lo stress fa perdere i capelli vedremo nel capitolo 15 come alcune strategie comportamentali, l’attività fisica e il rilassamento potranno aiutarci a contrastare lo stress. Non si sa quanto una l’alimentazione inadeguata e lo stress possano incidere sullo stato di salute dei nostri capelli, ma una cosa è certa il controllo di questi due fattori è essenziale per mantenere in equilibrio il metabolismo del follicolo pilifero.

La parte sulla chirurgia della calvizie è stato scritta per far chiarezza sulla reale efficacia di questo metodica cercando anche di districare il lettore dalla confusione che c’è in questo campo. Infatti l’autotrapianto di capelli potrà dare buoni risultati se effettuato da un chirurgo qualificato e conosciuto dalla comunità scientifica. I risultati saranno diversi da individuo a individuo perché dipendono dalla situazione di partenza, dalla densità e spessore dei capelli rimasti che saranno impiantati sulla zona calva, dalle reali aspettative del paziente che possono essere troppo ottimistiche. L’importante è che il chirurgo spieghi l’obiettivo realisticamente raggiungibile senza promettere risultati miracolosi. Ricordo che il trapianto di capelli artificiali è proibito dall’FDA americano, che il trapianto a isole è una vecchia metodica superata ormai dall’autotrapianto, che il così detto trapianto passivo non è altro che incollare con una colla chirurgica una pellicina di cute sintetica con attaccati i capelli di qualcun altro.

Un altro capitolo importante è quello dei così detti “venditori di false promesse”, visto che nelle pubblicità su giornali e spesso anche per televisione questi signori ci promettono risultati miracolosi sono andato di persona a vedere di che terapie si trattano. Anche perché sulle pubblicità non si capisce mai che cosa ti propongono. Alla fine del mio tortuoso e a volte divertente percorso ho scoperto con fatica che le cure miracolose consistono  in parrucchini e similari, cure con ozono, impacchi di argilla, fiale di sostanze sconosciute e miracolose preparate apposta per me in laboratori esteri, applicazione di dannose ventose per aumentare la circolazione, fiale di propoli e pappa reale, tutti trattamenti che non giustificano l’esborso il più delle volte di migliaia di euro. Quindi diffidare se non è presente un dermatologo e se i prezzi sono troppo elevati. Non tutti lo sanno ma esistono invece centri dermatologici Universitari e privati in cui si studia la patologia del capello e dove dermatologi qualificati sono in grado di curare i problemi dei capelli. La maggioranza di questi dermatologi e chirurghi della calvizie sono riuniti in associazioni e si mantengono costantemente aggiornati organizzando e partecipando ai congressi nazionali e internazionali più importanti. È per questo che ho messo alla fine della guida un elenco dei medici di queste società, anche perché quando si ha un problema di capelli non si sa mai bene a chi rivolgersi!

Nella parte settima “per saperne di più” vedremo un po’ le curiosità sui capelli, una specie di vero o falso per smitizzare i luoghi comuni e le convinzioni errate sulla salute dei capelli. Vedremo anche come fare per coprire cosmeticamente un diradamento. Per chi lo vuole c’è anche un approfondimento sulla struttura e ciclo del capello per capire almeno in parte la complessa struttura del follicolo pilifero.

Spero tanto che questo manuale possa diventare un compagno utile e prezioso nella lotta contro la calvizie, buona fortuna!

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

Parte prima

Perché si perdono i capelli

1

L’ormone DHT: il vero killer dei capelli

Per anni nell’immaginario collettivo era radicata la convinzione che il testosterone, l’ormone maschile per eccellenza, simbolo di forza e virilità, fosse anche il maggior responsabile della calvizie. La calvizie comune comincia il suo percorso proprio quando inizia lo sviluppo sessuale maschile e i livelli di testosterone aumentano per permetterci di diventare uomini. Il testosterone, infatti, è fondamentale per la maturazione sessuale, responsabile dell’aumento della massa muscolare, del desiderio  sessuale e dello sviluppo dei caratteri secondari maschili.

James Hamilton nel 1942 dimostrò la correlazione tra immaturità sessuale e mancanza di calvizie comune: quei ragazzi che non avevano avuto una maturità sessuale a causa di una insufficienza testicolare non presentavano alcuna calvizie. La somministrazione successiva di testosterone a uomini sessualmente immaturi provocava in molti casi l’inizio della calvizie e dimostrava la connessione diretta tra livelli normali di androgeni e l’insorgere della perdita dei capelli.

Studi più recenti hanno dimostrato invece che il  tasso di testosterone nel sangue di uomini con o senza calvizie sono pressoché identici e comunque non sono necessari livelli extrafisiologici di ormoni maschili per determinare la calvizie comune.

Questo era un primo indizio sulla “innocenza” del testosterone. La risposta anomala ai livelli di ormoni sessuali maschili nella calvizie comune era dovuto a qualche altra ragione.

Manca sicuramente un passaggio per trovare il colpevole di milioni di teste pelate soprattutto europee, in quanto la predisposizione genetica alla calvizie è meno presente nelle razze asiatiche e africane con un rapporto 4 a 1 a favore di quest’ultime. Infatti i gruppi etnici di origine europea (caucasoide) hanno una maggior predisposizione ereditaria per la calvizie comune e ormai gli studi hanno confermato come nel maschio la calvizie non dipenda da un eccesso di ormoni androgeni, ma solo da una maggiore sensibilità del capello a questi ormoni.

E qui entra in gioco il DHT, abbreviazione di un nome difficile da pronunciare, il Diidrotestosterone, ormone fino a qualche anno fa meno famoso del testosterone e che invece in questi ultimi tempi tutti cercano di bloccare. Durante lo sviluppo sessuale il DHT va di pari passo con il testosterone agendo sulla crescita di vari organi androgeno dipendenti, come ad esempio la prostata e facendo crescere i peli della barba, del pube, delle orecchie e delle narici.

TestosteroneDiidrotestosterone (DHT)  
Sviluppo organi sessuali maschiliComparsa peli della barba, delle orecchie e delle narici.
SpermatogenesiIpertrofia prostatica benigna
Aumento massa muscolare e modificazione della voceAcne
Sviluppo peli ascellari e pubiciCalvizie comune  (nei soggetti predisposti geneticamente)  
Desiderio e attività sessualeIngrossamento della prostata dopo i cinquant’anni (Ipertrofia prostatica benigna) nei soggetti predisposti geneticamente

Tabella 1.1

Il DHT deriva dal testosterone grazie a un enzima, la 5-alfa-reduttasi che con le sue due forme (isoenzima II e isoenzima I) catalizza la trasformazione del testosterone in vari organi del corpo. La 5-alfa-reduttasi  di tipo I “promuove” la reazione a livello della ghiandola sebacea, mentre quella di tipo II agisce a livello della prostata e del follicolo pilifero trasformando Dottor Jekill, il testosterone, in DHT, il nostro Mister Hide!

Nel nostro bizzarro e immaginario processo il testosterone verrebbe finalmente assolto per insufficienza di prove. L’avvocato difensore potrebbe osservare che anche se la presenza del proprio cliente (il testosterone) è indispensabile per la stessa esistenza del DHT, ciò non è sufficiente per poter dimostrare alcuna complicità se non inconsapevole. Il vero colpevole è il DHT! Ed è proprio curioso come l’ormone DHT, fondamentale durante la crescita per lo sviluppo sessuale nel sesso maschile, nel resto della vita concentri tutti i suoi sforzi principalmente su due attività poco “simpatiche”: ingrossare la prostata e provocare la perdita dei capelli! Continua

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

Scarica l’indice del libro Download

I sei Pilastri per combattere la calvizie

I sei Pilastri per combattere la calvizie

Il diradamento dei capelli che contraddistingue la calvizie comune il più delle volte è un processo lento e graduale che può essere rallentato e a volte fermato da un insieme di strategie anticalvizie e da uno stile di vita che vi elencherò

La lotta contro la calvizie, così si potrebbe definire, è un percorso a tappe e solamente la nostra perseveranza potrà permettere di raggiungere grandi risultati. Bloccare l’ormone DHT uno dei maggiori responsabili della calvizie è fondamentale ma in alcuni casi non è sufficiente per avere il massimo del risultato possibile.

Nel sesso femminile non si perdono i capelli a causa del DHT, ma per altri fattori come la carenza di ferro, disordini anche sub-clinici alla tiroide, telogen effluvium, carenza di estrone a livello follicolare, sospensione della terapia contraccettiva, insomma anche se a volte il diradamento è simile sarà solo uno specialista a individuare la causa principale del nostro problema.

Ho scritto ” Capelli sani per sempre Donna” proprio per affrontare il problema della calvizie nel sesso femminile in tutti i suoi aspetti.

Intanto cerchiamo di individuare quei fattori che possono essere in parte modificati dal nostro stile di vita:

Esistono numerosi fattori che contribuiscono a peggiorare la calvizie e che disattivano in parte le nostre strategie anticalvizie. La dermatite seborroica, il telogen effluvium, lo stress e una alimentazione inadeguata contribuiscono infatti a cambiare il decorso della alopecia androgenetica  accelerando il processo di diradamento. clicca qui per il Sesso femminile

Ricordiamo bene una cosa,  se grazie ai farmaci riusciremo a bloccare la caduta dei capelli, non vuol dire comunque che il nostro aspetto sarà esteticamente soddisfacente.

Solamente curando lo stress con l’attività fisica e il rilassamento, seguendo una alimentazione ricca dei nutrienti principali ed evitando alcool, fumo e eccessi di caffeina, riusciremo a mantenere in salute la nostra pelle e quindi il nostro aspetto sarà in ogni caso sano e piacevole con o senza i capelli in testa.

I sei pilastri per combattere la calvizie

1 Fermare la caduta dei capelli e riattivare la fase di crescita: clicca qui Sesso maschile, clicca qui per il Sesso femminile

2 Contrastare dermatite seborroica , infiammazione e fibrosi

3 Individuare e risolvere eventuale alopecia temporanea (telogen effluvium)

Controllo dell’equilibrio ormonale  con alimentazione equilibrata e modifica stile di vita

Riduzione dello stress mediante attività fisica e meditazione

6 *Autotrapianto e risoluzione chirurgica (se le strategie anticalvizie non hanno ottenuto il risultato sperato esiste l’opzione chirurgica, in questo caso sarà fondamentale scegliere un chirurgo esperto nella chirurgia della calvizie e conosciuto dalla comunità scientifica, chiedi consiglio al prof. Marco Toscani)

Mentre se volete approfondire e chiedervi quali sono i meccanismi biologici correlati con i problemi ai capelli e perchè una terapia potrà fare al caso vostro oppure no “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” in tutte le librerie con la nuova versione aggiornata potrà soddisfare le vostre esigenze di conoscenza fornendo anche un’ampia bibliografia alla fine del testo (volume di 300 pagine a colori)

Troverete in libreria “Capelli sani” un rapido e dettagliato vademecum di 170 pagine per affrontare direttamente il problema della Calvizie

Proprietà letteraria riservata© Fabrizio Fantini

Tratto “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” Tecniche Nuove edizioni, tutti i diritti riservati

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

Prevenire e contrastare la caduta dei capelli

Prevenire e contrastare la caduta dei capelli

Come favorire la ricrescita e la salute dei capelli (la ristampa della seconda edizione è di nuovo disponibile Online e in tutte le librerie)

Questa nuova edizione ha l’obiettivo di essere accessibile a tutti, accompagnando il lettore in un percorso anticalvizie semplice e chiaro e con tutti gli strumenti attualmente a disposizione per riuscire a salvare la propria capigliatura.

  • Combattere la calvizie comune e fermare il diradamento dei capelli 
  • Contrastare forfora, seborrea, dermatite seborroica e infiammazione
  • Adottare un corretto stile di vita e un’alimentazione adeguata, in modo da mantenere in salute il nostro organismo e i nostri capelli
  • Contrastare lo stress, una delle possibili cause della caduta dei capelli
  • Capire veramente che cos’è l’autotrapianto dei capelli e scegliere un chirurgo esperto in questo campo
  • Evitare i “venditori di false promesse” che propongono cure costose prive di basi scientifiche

Ma per avere maggiori dettagli vi consiglio di scaricare l’indice del libro, in fondo a questo articolo: oppure scarica adesso Download

Alla fine di ogni capitolo troverete dei consigli pratici per procedere rapidamente alla migliore strategia anticalvizie che fa al caso vostro. Prima cosa bisognerà individuare nelle tabelle del libro i fattori che potrebbero peggiorare la vostra calvizie.

Leggi anche: La calvizie femminile

Leggi anche: contrastare la caduta dei capelli senza finasteride

Bisogna impegnarsi a cambiare leggermente il proprio stile di vita, aggiungendo cibi benefici per la salute dei capelli, rinunciando a quelli dannosi. L’alimentazione è il primo passo e forse uno dei più importanti per mantenere in salute il nostro organismo e prevenire quei disturbi e quelle alterazioni metaboliche in grado di peggiorare la salute della pelle e dei capelli. Per questo motivo ho messo a disposizione anche in questo manuale, la prima dieta per la salute dei capelli alla luce delle conoscenze attuali. Troverete nel libro un programma dietetico settimanale e un “nutrito” elenco di ricette da preparare a pranzo e a cena.

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

Sarà molto importante combattere lo stress con metodo e ottimismo. Prenderemo in considerazione, grazie alla farmacologa ed esperta in medicina naturale dott.ssa Claudia Rossi, anche la psicosomatica, per aiutare il lettore ad affrontare a livello emotivo i delicati disturbi psicologici correlati alla ipotrichia e alla perdita dei capelli.  Cercheremo di bloccare prima possibile la caduta dei capelli con i farmaci o sostanze naturali che faranno al caso vostro. Descriverò in maniera più dettagliata la nuova tecnica chirurgica FUE e le sue caratteristiche. Prenderò anche in considerazione le ultime novità tra cui l’utilizzo del laser, la tecnica del massaggio del cuoio capelluto, le iniezioni di plasma arricchito di piastrine (PRP), l’utilizzo degli olii essenziali in tricologia.

Seguire i consigli di questo libro in maniera discontinua porterà scarsi risultati e qualche delusione. La lotta contro la calvizie richiede fiducia, entusiasmo, e un po’ di pazienza. Se seguirete con costanza e umiltà i consigli di questo libro potrete ottenere sicuramente degli ottimi risultati. Questo nuovo stile di vita potrà diventare benefico non solo per i vostri capelli e la vostra pelle, ma anche per la vostra la salute in generale. Vi auguro con tutto il cuore di combattere e sconfiggere la calvizie, Buona fortuna!

Un libro sui capelli e sulla calvizie dedicato agli utenti. Una capacità; di scrittura invidiabile. Un linguaggio semplice e di estrema chiarezza Una accurata ricerca sul campo fra veri esperti e venditori di promesse. Il libro del dr. Fantini offre al lettore una bussola con cui orientarsi e dirigersi, per navigare in quel mare di incertezze che è la tricologia“.

Prof. Andrea Marliani Endocrinologo e Dermatologo

Direttore scientifico della Società Italiana di Tricologia

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download 

Acquista direttamente con lo sconto

Capelli sani

Capelli sani

Capelli sani” ti aiuta a capire se hai una predisposizione alla calvizie o se sei vittima di una semplice perdita di capelli temporanea, indicandoti le strategie più efficaci per contrastare e sconfiggere la calvizie comune e il telogen effluvium.  

La calvizie si può affrontare e risolvere, con metodo e costanza.  

Quali esami devi fare?
Quali sono i parametri più importanti da analizzare?

Nel percorso anticalvizie scoprirai quali farmaci sono più efficaci e quali gli effetti collaterali, in cosa consiste veramente l’autotrapianto di capelli e la nuova tecnica FUE. Potrai approfondire al meglio le terapie naturali a disposizione, dalle sostanze fitoterapiche al massaggio del cuoio capelluto, fino all’utilizzo del laser terapeutico.  

Capelli sani” ti fornisce anche tutti i consigli utili per contrastare lo stress e la dermatite seborroica, illustrandoti con un semplice programma settimanale come adottare una dieta sana in grado di mantenere i capelli forti e in salute.

Infine, un utile elenco consente di metterti al riparo dai venditori di false promesse e individuare i medici esperti di patologie dei capelli riconosciuti dalla comunità scientifica

Scarica Indice e introduzione Capelli saniDownload

Capelli Sani, PUNTO D’INCONTRO EDIZIONI, 172 PAG. EURO 10,40

Disponibile in tutte le librerie

Oppure acquista con lo sconto  Capelli sani

Sostanze antiossidanti e capelli

Sostanze antiossidanti e capelli

Il nostro organismo è continuamente attaccato dai radicali liberi, sostanze chimiche instabili in grado di ossidare e danneggiare zuccheri,  proteine e gli acidi grassi, provocando a sua volta una reazione a catena che provoca un alterazione del Dna, il nostro materiale genetico. Un alto tasso di radicali liberi porta a un accelerato invecchiamento cellulare e a una maggior incidenza di cancro e di mutagenesi.

Radicali liberi più dannosi
Anione super ossido O2
Radicale idrossidoOH
Perossido di idrogenoH2O2
Ossigeno singolettoO2+
Diossido d’azoto NO2-    

Tab. 10.9 (tratto da “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli”)

L’organismo reagisce costantemente a questi attacchi producendo enzimi e sostanze antiossidanti che neutralizzano l’azione dei radicali liberi, come ad esempio la superossidodismutasi, la catalasi e la glutatione perossidasi.

Anche i capelli e il follicolo pilifero sono coinvolti in questi processi di difesa, in quanto è stato dimostrato che i radicali liberi (anione superossido e radicale idrossido) possono alterare il ciclo normale del capello. Le cellule germinative deputate alla produzione del capello sono in continua riproduzione e sono soggette all’azione dannosa dei radicali liberi.

Sono stati, infatti, individuate a livello del bulbo pilifero le così dette “proteine da Stress” che in questo caso le cellule del follicolo producono per disattivare le proteine e le molecole ossidate.

Se i nostri sistemi di difesa non riescono a disattivare a sufficienza queste proteine ossidate, i meccanismi di invecchiamento cellulare accelerano il loro corso. Ad esempio le proteine destinate alla formazione della cheratina dei capelli vengono in parte ossidate e danneggiate provocando delle anomalie nella crescita in diametro del capello e rallentando il suo ciclo normale.

Le cause principali dell’aumento dei radicali liberi e del così detto “stress ossidativo” sono soprattutto le radiazioni ionizzanti, numerose sostanze tossiche che respiriamo con lo smog e il fumo di sigaretta, che introduciamo con alcuni alimenti con additivi  chimici, i raggi ultravioletti che provocano danni sulla pelle e i capelli, l’eccesso di alcool, una dieta ricca di grassi saturi di origine animale (carne rossa), l’attività fisica troppo intensa senza un carico di lavoro graduale, alcuni farmaci, gli stati infiammatori dovuti a certe malattie, lo stress.

Per contrastare l’azione dei radicali liberi è importante introdurre con una alimentazione corretta il giusto quantitativo di sostanze antiossidanti.

La frutta e la verdura fresche e di stagione sono gli alimenti con maggiori quantità di antiossidanti. Gli antiossidanti più importanti sono la vitamina E, la vitamina A, il betacarotene, il licopene che hanno una alta affinità con le membrane cellulari e sono definiti antiossidanti di membrana. Il selenio, lo zinco, il rame, la metionina e la l-cisteina  sono essenziali per la formazione di sistemi enzimatici che bloccano i radicali liberi e sono definiti antiossidanti di sistema.

Il coenzima Q è un antiossidante endocellulare mentre la vitamina C e i bioflavonoidi sono antiossidanti circolanti.

Alcuni alimenti con antiossidanti di sistema  
zincorameseleniocisteina
  Ostriche Fegato di maiale e vitello Fiocchi d’avena Lievito di birra Vitello Cacao Uovo Manzo Legumi Semi di zucca  Cacao Mitili Fegato di vitello Piselli secchi Fiocchi di avena Olive verdi Lenticchie secche Fette biscottate Parmigiano Anatra        Cipolla Germe di grano Cereali Lievito di birra Fegato Carne rossa Uova tonno  Coniglio Manzo Pollo Pesce Mandorle Arachidi tostate Frumento Pasta uovo Lenticchie secche Piselli secchi latte  

Alcuni alimenti con antiossidanti circolanti
Vitamina CBioflavonoidi
Peperoni Arance Peperoncini Kiwi Uva spina Limoni Cavolo cappuccio Fragole Lamponi Spinaci Ribes Fagioli Pomodori Piselli Radicchio verdeMirtillo Lamponi Prugne Vino rosso Uva rossa Cipolle Mele Orzo The verde limone
Alcuni alimenti con antiossidanti di membrana (vitamine liposolubili)  
Vitamina EVitamina Abetacarotene
Olio di girasole Nocciole Germe di grano Mandorle dolci                 Olio extra vergine di oliva Maionese Arachidi Pinoli Tonno sott’olio sgocciol. Pomodoro concentrato Tuorlo d’uovo Olive verdi e nere Prugne secche Pomodori in INSALATA        Olio di fegato di merluzzo Cavolo verde spinaci anguilla sardine formaggio grasso burro noci latte uovo burro    Carote Prezzemolo Peperoncino Patate dolci Radicchio Spinaci Albicocche Ortica Germe di grano Fiori di zucca Rucola Cavoletti di Bruxelles Cicoria    

Antiossidanti “epigenetici”

La Carnitina e il Resveratrolo sono altre due sostanze antiossidanti molto importanti per la salute del nostro organismo e dei capelli, in quanto entrambe e con meccanismi “epigenetici diversi” agiscono modulando l’apoptosi delle cellule cheratiniche, modulano il metabolismo energetico mitocondriale, e agiscono su numerosi funzioni biologiche delle nostre cellule, comprese quelle del follicolo pilifero

Tratto da “Prevenire e contrastare la caduta dei capelli”-Tecniche nuove edizioni

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini-Tecniche Nuove Edizioni©

Sostanze naturali utili per la salute dei capelli

Sostanze naturali utili per la salute dei capelli

La  calvizie comune ha la particolarità di essere spesso un processo lungo e graduale, peggiorando a causa di infiammazione, telogen effluvium, dermatite seborroica, alimentazione e stile di vita inadeguati.  Numerosi studi hanno dimostrato che alcuni estratti di piante medicinali sono in grado di avere una azione antinfiammatoria, antimicrobica e anche di contrastare la 5 alfa reduttasi enzima responsabile della conversione del testosterone in diidrotestosterone (DHT), ormone che come sappiamo è il maggior responsabile della calvizie comune e del conseguente diradamento dei capelli. 

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

Il Tè verde, i fitosteroli derivati da alcune piante come la serenoa repens (palma nana seghettata), il pygeum africanum, l’ortica e la soia contrastano l’azione del DHT. Altre sostanze come la vitamina B6, lo zinco e l’acido azelaico bloccano la 5 alfa reduttasi a livello topico. Gli estratti del seme dell’uva, gli estratti dell’orzo, hanno la capacità di agire sulla riepitelizzazione e sull’induzione della fase di crescita del capello. Il germe di grano e il lievito di birra possono costituire una valida integrazione di aminoacidi, vitamine, oligoelementi e sostanze antiossidanti. La carnitina è in grado di contrastare lo stress ossidativo e riequilibrare il ciclo del capello.  Il Ginseng invece ci può aiutare nei momenti di forte stress fisico e mentale. Alcuni autori ipotizzano che i fitosteroli estratti da alcuni vegetali, di cui si è dimostrata l’efficacia nel trattare l’ipertrofia prostatica, potrebbero essere utili anche per la calvizie comune anche se sarebbe fondamentale prima di tutto avere certezze sulle modalità di estrazione dei principi attivi 

Carnitina 

La carnitina è fondamentale per la produzione di energia, regolando il metabolismo delle cellule viventi non solo trasportando acidi grassi nel mitocondrio ma svolgendo una infinità di compiti nell’ambito dei processi fisiologici degli organismi viventi. Nell’ambito tricologico i primi studi effettuati sul metabolismo del follicolo pilifero confermano che la carnitina è in grado di diminuire l’infiammazione e i radicali liberi, che come sappiamo, accelerano il decorso della alopecia androgenetica. Modulando l’apoptosi delle cellule cheratiniche del follicolo pilifero, è in grado di mantenere efficiente la così delicata fase catagen del ciclo del capello. Avere a disposizione un nutriente privo di effetti collaterali e sovradosaggi in grado di essere benefico per l’equilibrio metabolico dell’organismo e del ciclo del capello potrà diventare in futuro un nuovo strumento per prevenire le affezioni del cuoio capelluto.

 Serenoa Repens (clicca qui)  La Serenoa Repens è un fitocomplesso presente in commercio, sia come specialità medicinale, che come preparato erboristico con differenze  nella percentuale dei principi attivi. Gli studi clinici sull’ipertrofia prostatica che confermano anche la buona tollerabilità sono stati effettuati con dosaggi che variavano da 160 a 320 mg (estratto secco titolato con acidi grassi e fitosteroli superiori all’85%) •Ha dimostrato di inibire la 5 alfa reduttasi di tipo 1 e 2 e quindi può essere utile per contrastare la calvizie comune. Sottoforma di capsule la Serenoa va utilizzata a dosaggi che variano tra i 90 e i 320 mg al giorno. 

Urtica Dioica •

L’ortica svolge un’azione rivitalizzante sul cuoio capelluto ed è usata spesso in shampo e lozioni tonificanti per i capelli. Le radici hanno proprietà antiforfora e antiseborroica. Se ne utilizzano anche le capsule o le compresse con dosaggi dai 50 ai 100 mg solitamente in associazione con il Pygeum. Non ci sono studi specifici sui capelli anche se la betasitosterina ha dimostrato di ridurre l’attività del DHT.  L’ortica, fin dai tempi più antichi, è stata la pianta più utilizzata per preparare decotti, infusi, impacchi per la cura dei capelli. 

The verde

Il tè verde inibisce selettivamente l’isoenzima di tipo 1 della 5 alfa reduttasi con un meccanismo di tipo non steroideo e quindi contrasta l’azione del DHT a livello della ghiandola sebacea. È una bevanda ricca di sostanze e vitamine antiossidanti  che dovrebbe essere sempre presente in una dieta ideale anche per il suo minor contenuto di caffeina (8-36 mg) sia rispetto al tè normale (12-50 mg), che al caffè (100-150 mg). Studi di laboratorio hanno dimostrato che il tè verde è un inibitore della  crescita delle cellule tumorali. Altri studi fanno ipotizzare un’azione antinfiammatoria, antimicrobica, e di riduzione del colesterolo e degli eventi cardiovascolari…

Acidi Grassi Polinsaturi Omega 3 

Gli effetti biologici benefici degli omega 3 sono stati scoperti studiando il rischio cardiovascolare di popolazioni eschimesi della Groenlandia che mangiavano ingenti quantità di pesce “grasso” come il pesce azzurro, salmoni e merluzzi. Le stesse popolazioni, emigrate nei paesi industrializzati come la Danimarca che avevano abbandonato le abitudini alimentari abituali presentavano un maggior rischio cardiovascolare e una incidenza più elevata di dermatite atopica e psoriasi, malattie cutanee rare nella popolazione esquimese.

Abbiamo visto nel capitolo sull’alimentazione come gli acidi grassi omega 3 siano fondamentali per ottimizzare i messaggi ormonali del nostro corpo, in quanto precursori degli eicosanoidi “buoni” meno infiammatori e vasodilatatori.

Gli acidi grassi polinsaturi sono sostanze così dette “essenziali”, perché l’organismo non è in grado di produrle e occorre introdurle con l’alimentazione.

Mela Annurca

L’estratto di mela Annurca annovera tra i suoi componenti proantociani di tipo B2.   In uno studio recente effettuato al dipeartimento di farmacia dell’Università di Napoli e pubblicato a gennaio 2018 sul Journal medicin Food l’estratto polifenolico di questa conosciuta varietà di mela del sud Italia, ha diostrato di essere un componente sicuro e efficace nel promuovere la ricrescita dei capelli sia in vitro che sull’uomo tramite una lozione topica. Lo studio ha anche in parte dimostrato che questa miscela di procianidine ha aumentato la produzione della cheratina in vitro e un miglioramento della densità e della crescita dei capelli nell’uomo.

Il capitolo completo si può trovare su Prevenire e contrastare la caduta dei capelli” Il primo manuale completo per combattere la calvizie-(da pagina 162 a pagina 184) Nuova edizione 2018 clicca qui per ulteriori informazioni e per scaricare l’indice

E’ vietata la riproduzione  anche parziale di questo articolo senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti riservati

Come usare le polverine per nascondere il diradamento

La melatonina non solo ci fa dormire ma fa bene ai capelli

La melatonina non solo ci fa dormire ma fa bene ai capelli

La melatonina è un ormone prodotto dall’epifisi o ghiandola pineale, in grado di agire sull’ipotalamo regolando il ciclo stagionale, il ritmo sonnoveglia, le risposte immunitarie.

A tutto ciò si aggiunge una spiccata capacità antiossidante e di contrasto dei radicali liberi e quindi di modulazione del processo di invecchiamento cellulare. Anche il follicolo pilifero sintetizza autonomamente melatonina per regolare il ciclo del capello e probabilmente la risposta dei recettori agli ormoni androgeni.

Leggi anche:

Vitamine B6, B3 e capelli

Mela Annurca e capelli

Serenoa repens e capelli

Cheratina e capelli

Vitamina B5 e capelli

Melatonina e capelli

La melatonina agisce come antiossidante a livello delle cellule del follicolo pilifero e modula il ciclo del capello agendo anche come antagonista recettoriale, vale a dire può ridurre o aumentare a seconda della luce la sensibilità agli ormoni androgeni occupandone il loro recettore.

Si è anche visto come la concentrazione di melatonina possa aumentare in concomitanza con il rilascio di noradrenalina dovuto allo stress e si ipotizza che in alcuni casi il follicolo non riesca a produrne sufficienti quantità per contrastare gli effetti poco graditi degli stressor sistemici (Marliani 2012).

Prevenire e Contrastare la Caduta dei Capelli” 300 pagine a colori, Tecniche Nuove Edizioni Fabrizio Fantini

Scarica l’indice del libro Download

Acquista direttamente con lo sconto

La struttura chimica della melatonina, altamente lipofila, le permette di penetrare facilmente all’interno del citoplasma cellulare e già esistono lozioni che la annoverano tra i suoi componenti.

Uno studio comparativo pubblicato nel 2012 dal Dipartimento di dermatologia di Lubecca (Germania) conferma che l’applicazione topica allo 0,0033% può essere utile per contrastare l’alopecia androgenetica, con una diminuzione della seborrea e della dermatite seborroica. Per l’assunzione orale sarebbe meglio farsi consigliare da uno specialista

Sostanze utili per la salute dei capelli clicca qui

Le patologie dei capelli sono di sola pertinenza del medico e chi avesse un problema di questo tipo lo consulti prima di iniziare qualsiasi terapia. L’autore declina ogni responsabilità per eventuali conseguenze nocive derivanti dall’utilizzo di sostanze e farmaci elencate senza una indispensabile supervisione medica.

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini-Tecniche Nuove Edizioni©