Microscopia a luce polarizzata

La microscopia tricologica a luce polarizzata è una metodica in grado di fornire informazioni diagnostiche sulla salute del capello. Si utilizza un microscopio con filtri a luce polarizzata. La luce polarizzata attraversando ad esempio la cheratina (componente strutturale dei capelli) devia il suo piano ottico: le immagini di un capello al microscopio a luce polarizzata appaiono di diversi colori (a causa del ritardo dell’onda luminosa) e sono in grado di mettere in risalto e differenziare le diverse strutture del follicolo pilifero dando anche importanti informazioni sulla sua reale salute e integrità.

Cheratina naturale per nascondere il diradamento

Prevenire e contrastare la caduta dei capelli

La tricoanalisi microscopica permette di individuare con maggior precisione le tre fasi del ciclo del capello (anagen, catagen, telogen). Grazie a questa metodica è possibile differenziare bene il catagen dal telogen, dando maggior risalto e importanza al ciclo intermedio del capelli ( il catagen non può essere individuato in maniera ottimale con il microscopio ottico).

In questo stadio le cellule della matrice entrano nella loro morte programmata (apoptosi) e si preparano, dopo il telogen, a un nuovo anagen. La fase anagen VI e il catagen I si possono considerare le fasi chiave per il corretto ciclo del capello. Il catagen I perché prepara il follicolo pilifero a un nuovo ciclo, la fase anagen VI perché richiede una costante produzione di energia per il lungo periodo della crescita del capello

Anagen (per gentile concessione del dottor Agostinacchio)

Dottor Gian Luigi Antognini

Calvizie femminile, Prospettiva  analitica in Microscopica in luce polarizzata

“Caso clinico”

La “tricoanalisi microscopica” permette di valutare la qualità dei nostri capelli  (sia della radice che dello stelo) sfruttando il principio della “birifrangenza” della cheratina alfa (in quanto anisotropa); i bellissimi colori di polarizzazione sono dovuti alle differenze di spessore o di qualità della cheratina.

Analisi del capello in Microscopia in L.P. effettuato in prima visita (fig.1_A) donna 55 anni :

PRIMA DELLA TERAPIA
(per gentile concessione del dottor G.Agostinacchio)

  • Il tricogramma risulta nella norma:

Anagen 80%, catagen 15%, telogen 5%

Ciò conferma la regolarità del ciclo follicolare e l’assenza di una caduta di capelli (t.e.)

  • la valutazione qualitativa del tricogramma mostra un 28% di capelli preminiaturizzati (capelli che stanno accorciando il proprio ciclo vitale)
  • la misurazione dei calibri del capello effettuata con micrometro, rileva un diametro medio di 69.8µ contro un diametro ideale di 131µ e relativa perdita di massa del 46%
  • la misurazione della profondità follicolare effettuata con micrometro, risulta di 4,3mm
  • % rilevanti di squalene ed acido lattico

dalle rilevazioni effettuate si evince che la calvizie della Signora in oggetto non è legato ad un “defluvio” ma ad una riduzione dei calibri – in virtù di ciò il dott. consiglia terapia da effettuare per 6 mesi fino alla visita di controllo;

rilevazioni analisi del capello in Microscopia L.P.  effettute in visita di controllo (fig.1_B):

DOPO SEI MESI DI TERAPIA
(per gentile concessione del dottor G. Agostinacchio)

Esame con microscopio a luce polarizzata dopo sei mesi:

  • tricogramma nella norma Anagen 80%, catagen 15%, telogen 5% – non c’è caduta di capelli
  • la valutazione qualitativa del tricogramma mostra un 25% di capelli preminiaturizzati  
  • la misurazione dei calibri del capello effettuata con micrometro, rileva il miglioramento del diametro medio 91µ contro un diametro ideale di 131µ e  relativa perdita di massa scesa dal 46% al 30%
  • la misurazione della profondità follicolare effettuata con micrometro, risulta di 4,3mm
  • % nella norma di squalene ed acido lattico
differenti diametri del fusto del capello (per gentile concessione del dottor G. Agostinacchio)

Studio dermatologico

Dott. Gaetano Agostinacchio

Gianluigi Antognini