La struttura del capello

Struttura del capello

Il follicolo pilo sebaceo nel suo complesso è formato dal fusto, dalla ghiandola sebacea, dal muscolo erettore del pelo, dal bulbo con la papilla pilifera, dalle guaine epiteliali interna e esterna  e dalla guaina connettivale.

In sezione longitudinale il follicolo è diviso in una parte superiore che parte dall’ostio follicolare (punto in cui esce il capello dalla cute) fino all’inserzione del muscolo pilo erettore. La parte inferiore parte dall’inserzione del muscolo erettore del pelo fino al bulbo.

Bulge  

La membrana epiteliale esterna a livello dell’inserzione del muscolo erettore del pelo presenta un rigonfiamento detto area del bulge reputata la zona di formazione delle cellule staminali e quindi fondamentale per la produzione di cellule della matrice, cellule capaci di dare origine al pelo.

Alcuni studi hanno confermato come nella calvizie comune sia presente spesso una infiammazione perifollicolare alta che potrebbe interessare anche le cellule germinative del bulge e quindi influire in maniera negativa sulla crescita del capello.

A livello dell’infundibulo è presente numerosa flora microbica: Demodex folliculorum, Pityrosporum orbicolare, Staphilococcus epidermis, Proponiobacterum acnes. Nella parte inferiore del follicolo si trova il bulbo pilifero che contiene alla base le cellule della la matrice deputate alla formazione del capello. Il bulbo ingloba la papilla dermica, struttura connettivale ricca di terminazioni nervose che ha la funzione di far iniziare e regolare il ciclo del capello.

Le cellule della matrice sono le uniche ad avere una attività germinativa, tagliare i capelli corti per rinforzarli non può essere utile perché sono costituiti da cellule cheratinizzate non vitali. Al di sopra delle cellule della matrice sono presenti numerosi melanociti che hanno il compito di colorare le cellule corticali.

I peli si dividono in:

Peli del vello, peli piccoli con un diametro inferiore ai 40 micron e senza midollo, presenti su tutte le parti del corpo (tranne nel palmo della mano e nella pianta del piede) Peli terminali presenti solo in alcune sedi (cuoio capelluto, ascelle, pube, barba).

Il fusto del capello consta di uno strato  più esterno, la cuticola, costituito da 5-6 strati di cellule trasparenti disposte a tegola con il margine libero rivolto verso la superficie.Costituiscono la protezione della struttura e da esse dipende la lucentezza del capello: se sono ben aderenti allo strato sottostante e non presentano lesioni il capello sarà lucido e compatto, altrimenti il capello caduto si presenta opaco e piatto.

Lo strato intermedio, la corteccia, è formato da cellule più grosse di forma affusolata, disposte verticalmente in file parallele contenenti granuli di melanina che danno il colore al capello. Il danno a questo strato provoca fragilità al capello che tende a spezzarsi e a dividersi longitudinalmente.

Copyright Andrea Fantini©

La struttura della corteccia è formata principalmente da fibre cheratiniche immerse in una sostanza amorfa costituita da tre tipi di proteine non fibrose. Le eccezionali capacità di forza, resistenza ed elasticità del capello sono dovute proprio alla complessa organizzazione della struttura ad elica della Cheratina (struttura quaternaria e terziaria) e della cheratina amorfa non filamentosa che funge da substrato. E’ stato calcolato che il carico di rottura di un capello è di 12kg/mm2 e risulta superiore di alcuni metalli come ad esempio l’alluminio. 100 mila capelli in teoria potrebbero resistere a 5 tonnellate (il peso per spezzare un capello singolo varia tra i 50 e i 100 grammi)

Gli aminoacidi presenti nella cheratina sono 18, i più rappresentati sono la cisteina, la cistina, la serina, l’acido glutammico, la treonina, la glicina, la leucina, la valina.

Glicina, alanina, valina, leucina, isoleucina, fenilalanina, prolina, serina, treonina, tirosina, acido aspartico, acido glutammico, arginina, lisina, istidina, triptofano, cistina, metionina.

La cistina e la metionina sono i due aminoacidi con maggior quantità di zolfo.

Il midollo, la parte più interna del capello, è costituito da cellule arrotondate disposte a colonna e con presenza di aria al loro interno (nel pelo dei mammiferi il midollo costituisce la maggior parte dello spessore del fusto e la presenza di aria permette un isolamento termico atto a proteggere dal freddo).

Cheratina idrolizzata e capelli

Argomenti in evidenza
Ginseng e Ginseng rosso coreano
Carnitina e capelli
Resveratrolo e capelli
Tricopigmentazione e capelli
Melatonina e capelli
Chirurgia e capelli
Mela Annurca e capelli
Laser e capelli
Esperienza diretta in sala operatoria
Stress e capelli
Dermatite seborroica e forfora
Carenza di ferro

E’ vietata la riproduzione  anche parziale degli articoli di questo sito e delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e della casa editrice- tutti i diritti sono riservati Fabrizio Fantini©